Il Tavolo tecnico sulle disfunzioni del Tribunale di Sorveglianza di Napoli
Il tavolo tecnico sulle disfunzioni del Tribunale di Sorveglianza di Napoli
 
Un primo importante risultato ottenuto ieri a seguito dell’incontro presso la Presidenza della Corte di appello di Napoli a cui ha partecipato anche il Carcere Possibile Onlus sempre impegnato nella tutela dei diritti dei detenuti. La Giunta della Camera Penale di Napoli informa gli iscritti che in data odierna si è svolta la seconda riunione tecnica, convocata dal Presidente della Corte di Appello di Napoli, finalizzata alla soluzione delle gravissime criticità del Tribunale di Sorveglianza di Napoli. A tale riunione hanno partecipato, oltre al Presidente della Corte di Appello di Napoli, anche il Procuratore Generale, l’Avvocato Generale, il Presidente del Tribunale di Sorveglianza, il Consigliere della Corte di Appello, dott. Cioffi, il Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, Avv. Esposito, il Presidente della Camera Penale, Avv. Belloni, i Consiglieri della Camera Penale di Napoli, Avv.ti Mastrocola e Moscarella, il Vicepresidente del Carcere Possibile Onlus, Avv. Cimmino, ed il Segretario della Camera Penale di Nola. All’unanimità, è stata accolta la proposta del Presidente della Camera Penale di Napoli di trasmettere per conoscenza, a mezzo pec, al difensore nominato ogni richiesta istruttoria del Tribunale di Sorveglianza ed i relativi riscontri, per i fascicoli di competenza collegiale. Inoltre, sono state denunciate, ancora una volta, le mortificanti ed estenuanti attese alle quali sono costretti i difensori per richiedere informazioni sullo stato dei procedimenti pendenti presso il Tribunale di Sorveglianza di Napoli. Pertanto, si è richiesto, ancora una volta, di consentire medio-tempore l’accesso diretto dei difensori ai terminali presenti presso la cancelleria centralizzata del Tribunale di Sorveglianza di Napoli. Infine, nel corso della riunione, si è appreso che - a seguito dell’istanza di ispezione straordinaria avanzata dalla Camera Penale di Napoli e dalle altre Camere Penali del Distretto di Corte di Appello ai sensi dell’art. 7, comma 2, Legge n.1311/1962 - l’Ispettorato Generale del Ministero ha richiesto chiarimenti ed osservazioni al Presidente della Corte di Appello di Napoli in merito alle disfunzioni denunciate. Anche alla luce di tale riscontro, la Camera Penale di Napoli ha deliberato di reiterare la richiesta di ispezione straordinaria presso il Tribunale di Sorveglianza di Napoli.